Frutta e verdura: quanta mangiarne per vivere sani e belli

Condividi su Facebook

Mangiare bene
Pubblicato il 14-11-2019 da Redazione
quanta frutta e verdura mangiare al giorno
La formula per vivere sani e belli? 400 grammi al giorno: 3 dosi di frutta e due di verdura.

Ci piace pensare che, come racconta la famosa pubblicità, la merenda dei campioni sia a base di Nutella ma, in effetti, sappiamo tutti che l'elisir di lunga vita è racchiuso nelle famose 5 razioni di frutta e verdura al giorno.

Ma quali alimenti scegliere e con quale dosaggio?

Andando oltre le famose raccomandazioni dell'Oms, a venirci incontro è il British Medical Journal che, in un lavoro mastodontico, ha riunito le 16 più famose ricerche sul tema e ha risposto alla domanda del secolo: quanta frutta e verdura mangiare al giorno?

Gli studi confermano che la formula della bellezza e, soprattutto, della salute, corrisponde a 400 grammi suddivisi in 5 razioni ma, la domanda sorge spontanea: si corrono rischi a esagerare?

Cosa accade a chi supera le razioni giornaliere?

Secondo il British Medical Journal mangiare 3 razioni di frutta e 2 di verdura al giorno è la ricetta ideale per vivere bene e a lungo ma cosa accade a chi supera le soglie?

Secondo la ricerca, benessere e frutta non sono direttamente proporzionali ma, anzi, superare la soglia non solo non produce alcun effetto positivo ma può indurre un accumulo di grassi o far schizzare la glicemia alle stelle.

Al contrario, restare al di sotto della soglia dei 400 grammi può comportare carenze vitaminiche, di energie, di zuccheri e di difese immunitarie solo per citare gli inconvenienti più comuni.

Detto questo, quali frutti preferire?

Frutta e verdura: 5 consigli per un'alimentazione perfetta

La frutta e verdura, lo abbiamo capito, fa bene ma con alcuni consigli si può migliorare la propria alimentazione per sentirsi più in forma e fare il pieno di energie.

1 TUTTE LE SFUMATURE DELL'ORTOFRUTTA

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Un post condiviso da Gastronosfera (@gastronosfera) in data:

Variare il tipo di frutta e verdura è importante ma lo è molto di più giocare con i colori. L'arancio, si sa, è portatore di vitamina C, il rosso è un concentrato di sali minerali mentre il verde serve a fare il pieno di ferro e antiossidanti.

Insomma, anche nell'alimentazione come nella vità la varietà è una preziosa risorsa.

2 IL GUSTO DELL'ESOTICO

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Un post condiviso da Batik Costa Rica (@batikcostarica) in data:

Per restare in tema, provare sapori ed emozioni diverse è un po' il sale della vita ma, in fatto di alimentazione, esotico vuol dire anche pienone di energie.

Inserite nella dieta settimanale un'ananas, un mango o un dragon fruit e nel lungo termine ne raccoglierete, scusate il gioco di parole, i frutti.

3 LA STAGIONALITA'

Ogni frutto vale doppio se è di stagione: a parità, dunque, preferite sempre il km 0, il prodotto appena colto e, se ne avete la possibilità, il biologico.

Le vostre difese immunitarie vi ringrazieranno infinitamente.

4 NO AI SUCCHI DI FRUTTA 

No signore, i succhi di frutta non equivalgono a frutta e verdura, sbucciata e mangiata, anzi.

Piuttosto che bere un succo industriale meglio saltare la merenda perché ciò che ingerirete sarà solo ed esclusivamente un concentrato di acqua, zucchero e conservanti.

5 W I CRUDI

Bollire, grigliare, friggere o ripassare in padella? Niente di tutto ciò è veramente nocivo e, anzi, mangiare con gusto serve ad aumentare il benessere.

Tuttavia, se ne avete la possibilità, per fare il pieno di energie preferite il crudo. Finocchi, carote, mele e chi più ne ha ne metta: il crudo vale doppio ma, naturalmente, non dimenticate di lavare bene tutto!

Leggi anche


Cronodieta: quando l'orologio ti aiuta a dimagrire

Il regime alimentare che ti consente di mangiare tutto ma all'orario giusto


copertina

I 10 sport estremi più amati dagli irriducibili del rischio

Aria, acqua, neve... c'è l'imbarazzo della scelta: bastano un po' di coraggio e la voglia di sfidare i propri limiti