Cronodieta: quando l'orologio ti aiuta a dimagrire

Condividi su Facebook

Mangiare bene
Pubblicato il 02-12-2019 da Redazione
cronodieta ragazza mangia guardando orologio
La cronodieta si basa sul concetto che l'organismo ha una diversa capacità di assimilare le sostanze nutritive a seconda del momento della giornata.

Tra le diete più strane del mondo ma, a quanto pare, efficaci non poteva passare inosservata la cronodieta che, già dal nome, non nasconde il suo principio fondamentale: il tempo.

Ma in che senso? E, soprattutto, funziona?

Questa speciale dieta è stata inventata dai medici e studiosi italiani Mauro Todisco e Paolo Marconi e si basa sul concetto che l'organismo ha una diversa capacità di assimilare le sostanze nutritive a seconda del momento della giornata.

Cronodieta: orari e principi fondamentali

Si tratta, in sostanza, di una dieta dissociata che però segue delle indicazioni ben precise basate sulle variazioni degli ormoni all’interno del nostro corpo. Non è importante la qualità e la quantità di quello che si mangia bensì il rispetto dell’orario dei cinque pasti giornalieri.

Per esempio la colazione va consumata preferibilmente tra le 7:30 e le 9:30.

Il secondo appuntamento con il cibo è lo spuntino, seguito dal pranzo (12:30 – 13:30).

La cena è leggerissima, quasi inesistente, e non deve mai superare le ore 21:00.

La colazione della cronodieta

Secondo la cronodieta i carboidrati vanno mangiati obbligatoriamente durante le prime ore della giornata.

Pane, pasta, patate e legumi: tutto può essere ingerito in abbondanza ma rigorosamente entro le 12.

Cosa mangiare a colazione dunque?

Pane e marmellata, cereali e frutta: si può spaziare liberamente avendo l'accortezza di non superare l'ora X.

Alimenti consentiti a colazione

  • Pasta
  • Pane
  • Crackers
  • Fette biscottate
  • Cereali vari
  • Riso
  • Mais
  • Verdure
  • Dolci (in piccola quantità)
  • Frutta (fino alle 17)

A pranzo riso e polenta

Niente pasta ad ora di pranzo come vuole la tradizione italiana: dopo le ore 12 si può mangiare soltanto riso o patate.

Certo, si tratta sempre di carboidrati che, però, secondo questa speciale dieta sono più facili da digerire e più difficili da assimilare.

Secondo la cronodieta, insomma, il pranzo perfetto è a base di riso e polenta di mais.

Dalle 15 in poi, dunque, si devono mangiare principalmente:

  • Carne
  • Pesce
  • Uova
  • Latticini
  • Verdura

Tutte le proteine a cena

Carne, pesce, uova e latticini, sempre secondo la cronodieta, devono essere consumati la sera, rigorosamente entro le 21, e non possono venire associati ai glucidi.

Gli spuntini della cronodieta

Come accennato, la frutta va mangiata entro la prima metà del pomeriggio così come estratti, noci, mandorle, nocciole e altri prodotti simili.

  • Cibi da evitare (o da ingerire con estrema moderazione)
  • vino e birra (se si vuole fare uno strappo alla regola meglio la sera)
  • condimenti grassi come burro, margarina e strutto
  • carni e salumi grassi
  • pesci grassi
  • latte e yogurt intero
  • formaggi grassi

Secondo la cronodieta, infine, è bene variare il più possibile le fonti proteiche.

Leggi anche


Frutta e verdura: quanta mangiarne per vivere sani e belli

La formula del British Medical Journal che ha unito le 16 ricerche più importanti del settore


copertina

I 10 sport estremi più amati dagli irriducibili del rischio

Aria, acqua, neve... c'è l'imbarazzo della scelta: bastano un po' di coraggio e la voglia di sfidare i propri limiti